Programma Medicina

#TIROCINIO

 

TIROCINI

I tirocini dovrebbero rappresentare il punto cruciale della formazione di un medico. Sappiamo tuttavia che spesso la qualità di questi lascia molto a desiderare e nostro obiettivo sarà dunque quello di impegnarci per promuoverne il miglioramento. Per fare questo ci avvarremo del questionario che in questi ultimi mesi abbiamo collaborato a redigere, nella speranza di intraprendere un lungo e proficuo lavoro di perfezionamento.

  1. Più spazio agli studenti: ogni anno si ripresenta inevitabilmente qualche problema con la gestione dei servizi guardaroba. La nostra intenzione è quella di incrementare gli spazi, garantendone sicurezza ed accessibilità a tutti
  2. Aumentiamo le sedi di tirocinio: nell’ottica di un miglioramento dei tirocini ci impegneremo ad aumentare le sedi convenzionate di tirocinio, come già effettuato per i TPVES. Sgravare il carico di impegni dal personale del presidio centrale, significa sicuramente offrire un tirocinio migliore sia a Brescia che nelle sedi esterne. Inoltre, si riuscirebbe così ad offrire un servizio più vantaggioso a molti studenti fuorisede.
  3. Notti e weekend: vorremmo proporre di implementare lo svolgimento delle ore curriculari di tirocinio anche durante le notti e nei weekend, in sostituzione dei turni diurni. Tale misura sarebbe esclusivamente su base volontaria. Pensiamo che questo possa da un lato agevolare gli studenti e permetterci di vivere l’esperienza del lavoro in ospedale a 360’.
  4. Simulare per imparare: riteniamo fondamentale, per la nostra formazione, implementare corsi e/o esercitazioni che ci consentano di mettere in pratica diverse tecniche mediche e chirurgiche durante lo svolgimento dei tirocini, come ad esempio prelievi venosi o corsi di sutura di base.

 

#ESAMI E LEZIONI

 

PIÙ REGOLE PER LE PROVE PARZIALI

Ad oggi il nostro regolamento manca di una chiara definizione delle prove parziali, questo significa che i professori non sono tenuti a garantire la distanza minima tra gli appelli o evitare sovrapposizioni con altri esami. Visto il peso che molte di queste prove hanno, in termini di studio e crediti, crediamo sia fondamentale equipararle ad un qualsiasi esame, stilando un regolamento chiaro e completo

 

REPETITA IUVANT…MA NON TROPPO

Con l’avvento del nuovo piano didattico abbiamo iniziato la revisione di tutti i programmi, in modo da evitare il più possibile le sovrapposizioni di argomenti. Continueremo inoltre a cercare di rendere il percorso di studi maggiormente allineato alle direttive ministeriali.

Sulla base delle necessità degli studenti, continueremo a garantire un’organizzazione ottimale dei Corsi, degli esami e dei tirocini (per i quali sarà necessaria una revisione strutturale a partire dal terzo anno).

 

UN CORSO AL PASSO CON I TEMPI

Cercheremo di migliorare sempre più il nostro Corso di Laurea colmando le mancanze di alcuni temi fondamentali per la figura del medico, purtroppo poco affrontati durante i sei anni. Chiederemo quindi di introdurre accenni o percorsi trasversali a diversi insegnamenti, per quanto riguarda tematiche, già proposte per eventi extracurricolari, come la medicina di genere, la medicina del territorio, l’alimentazione, il conflitto di interessi nella pratica medica e l’orientamento in uscita, così da disporre di queste chiavi di lettura per avere una conoscenza e preparazione il più completa possibile.

 

PIÙ DIGITALIZZAZIONE PER UN CORSO ALL’AVANGUARDIA

Il materiale interattivo e digitale può essere uno strumento dal grande potenziale didattico e potrebbe essere sfruttato come un’opportunità sia per lo studente sia per il docente. Chiederemo di impiegare maggiormente la modalità telematica per le lezioni, con un massimo del 15% sul totale delle ore di didattica, già attualmente previste dal Regolamento. Sarà a discrezione del docente attuare questa scelta, con modalità che potrebbero consistere in spiegazioni di video e/o materiale utile ai fini della didattica e sempre a disposizione dello studente. Tale strumento sarebbe dunque un modo per ridurre il numero di lezioni frontali, affrontando comunque tutto il programma del Corso e riducendo gli argomenti in autoapprendimento.

 

PREPARIAMOCI AL TEST DI SPECIALIZZAZIONE

Il test d’ingresso alle scuole di specializzazione è notoriamente uno scoglio per molti a cui non è semplice prepararsi. Per questo vorremmo proporre al nostro Corso di introdurre incontri e simulazioni dedicati a quegli argomenti presenti nel test, ma che spesso non vengono affrontati a lezione, in modo da dare ai nostri studenti un vantaggio durante questa dura selezione.

 

#VITA UNIVERSITARIA

 

SEMINARI A DISTANZA

Abbiamo pensato a una proposta in cui la tecnologia venga in aiuto a noi studenti e all’Università per quanto riguarda i seminari per i crediti ADE. Vorremmo chiedere la possibilità di continuare i seminari in modalità online, sotto forma di Webinar, anche forniti da società scientifiche o enti esterni, in modo da sfruttare al meglio le potenzialità di questo nuovo strumento che ridimensiona le distanze, incrementa l’offerta di incontri e favorisce la partecipazione di ospiti da Università straniere.

 PIÙ SPAZIO PER LO STUDIO

Dato il costante sovraffollamento in acquario e la carenza di spazi che permettano agli studenti di ripetere, ci sembra evidente la necessità di trovare ulteriori luoghi dedicati allo studio. Vorremmo perciò venissero convertiti alcuni spazi in aule per ripetere, richiedendo anche di sfruttare le aule didattiche nelle ore libere da lezioni.

EVENTI PER IL FUTURO

Università non indica solamente uno spazio per studiare e frequentare lezioni, ma dovrebbe essere il luogo in cui ogni studente riesca a crescere culturalmente, ad ampliare la propria conoscenza. Per questo, come ogni anno, ci impegneremo ad organizzare conferenze, cicli di incontri su tematiche di rilievo e per le quali valga la pena dedicare del tempo per approfondirle, quali l’alimentazione, la medicina di genere, l’aderenza alla terapia, il dialogo medico-paziente e il conflitto di interessi nella pratica medica.

AULA RISTORO

La nostra proposta per l’aula ristoro è stata da tempo approvata, ma è attualmente ancora in stallo. Continueremo quindi a sollecitare l’istituzione, all’interno della nostra facoltà, di uno spazio per riscaldare e consumare pasti portati da casa.

 

PREZZO FISSO IN MENSA

Gli studenti di Medicina necessitano spesso di usufruire del servizio mensa per seguire le lezioni ed assolvere all’obbligo di frequenza. Analogamente a quanto avviene in alcuni Corsi delle professioni sanitarie, vorremmo chiedere all’amministrazione di stanziare dei fondi per garantire a tutti gli studenti di Medicina un prezzo fisso sul pasto, pari o inferiore a quello minimo attualmente vigente, o in alternativa una riduzione dei prezzi.

 

#INTERNAZIONALIZZAZIONE

 

MENO BUROCRAZIA E PIÙ METE

Nei prossimi anni accademici intendiamo riallacciare i rapporti attualmente sospesi con Università straniere (come, ad esempio, Parigi) ed instaurare un dialogo proficuo con nuovi Atenei, per poter aumentare così il ventaglio di destinazioni disponibili per il nostro Corso di Studi. Cercheremo inoltre di lavorare con l’amministrazione per snellire e semplificare le procedure burocratiche richieste per la partenza

 

AUMENTIAMO LE COMPETENZE LINGUISTICHE

Nei mesi estivi è stato istituito il CLA (Centro Linguistico di Ateneo):

il nostro obiettivo è quello di coinvolgere tale Centro, nell’ottica di arricchire ed internazionalizzare il percorso di Medicina, proponendo incontri tematici in lingua inglese a libera scelta. I corsi potranno riguardare varie competenze, come la comprensione, la scrittura e l’esposizione di articoli scientifici; a tale proposito abbiamo già intrapreso una proficua collaborazione.