Programma Professioni Sanitarie

Stop alle differenze tra sede centrale e sedi distaccate!

Uno dei principali obiettivi dei prossimi anni sarà quello di mirare ad eliminare le differenze sostanziali che si delineano tra le sedi distaccate e la sede centrale in merito a diversi ambiti: didattica, servizi, infrastrutture, svolgimento degli esami e comunicazione. Ecco alcune delle nostre proposte: 

  1.   Svolgimenti in via telematica degli esami! Una delle proposte che cercheremo di portare avanti sarà quella di mantenere lo svolgimento degli esami in via telematica per le sedi distaccate, senza la necessità che i singoli studenti si rechino in sede centrale ogni qualvolta. Una soluzione possibile potrebbe essere quella di garantire una sorveglianza degli studenti che tuttavia potrebbero svolgere l’esame dalla sede distaccata mediante un collegamento telematico.
  2.   Introduzione WiFi! Uno dei servizi minimi che dovrebbe essere garantito agli studenti presso le sedi universitarie è rappresentato dalla possibilità di usufruire di una rete internet, cosa che tutt’ora non avviene. Ci batteremo affinché questo servizio venga introdotto e migliorato.
  3.   Miglioramento delle infrastrutture. Data la totale mancanza di infrastrutture che permettano una fruizione dei servizi universitari a 360°, uno dei nostri obiettivi sarà cercare di ottenere investimenti per eventuali aule studio, residenze e servizi mensa anche nelle sedi distaccate! 
  4.   Congruenza tra i programmi realmente trattati a lezione e quelli richiesti in sede d’esame. 

Scontistica sulla mensa ISU anche per i corsi di biotecnologie e scienze motorie!

Per quanto concerne i periodi più intensi, quindi caratterizzati da lezioni, tirocini e laboratori, concomitanti nell’arco della giornata, può essere agevole e d’aiuto avere accesso ad un prezzo ridotto del pasto (come già garantito per altri corsi) presso la mensa universitaria. 

Introduzione di metodi alternativi per l’acquisizione di crediti formativi extra.

 L’acquisizione di crediti formativi extra è legato a determinati convegni e/o attività stabilite dal Consiglio di Corso. È nostro obiettivo cercare in futuro di implementare il ventaglio di possibili attività che conferiscono CFU. 

Introduzione erasmus anche per le lauree in area sanitaria!

L’Erasmus rappresenta un’esperienza unica per gli studenti, che permette di vedere e conoscere realtà diverse dalla propria. Sarà uno dei nostri scopi avviare un iter che possa portare ad un’esperienza simile, modulata in termini di durata, anche sulle lauree dell’area sanitaria. 

 

Miglioramento dell’ambiente universitario:

sarà nostro obiettivo che venga garantita all’interno di tutte le aule un ammobiliamento adeguato ad una fruizione agevole delle lezioni (o per lo meno un’assegnazione delle aule per lo svolgimento delle lezioni che rispetti tali criteri). 

Ristrutturazione bagni Medicina vecchia.

Vorremmo bagni, non laboratori di microbiologia!

Chiederemo quindi la ristrutturazione dei bagni del piano interrato di medicina vecchia.

Possibilità di accesso al Palazzetto delle professioni Sanitarie in pausa pranzo!

Attualmente non risulta possibile l’accesso al palazzetto in pausa pranzo, tuttavia spesso, dovendo frequentare tirocinio nella mattinata e nella fascia pomeridiana invece le lezioni, risulta quasi impossibile recarsi in mensa per la pausa pranzo e l’unica via rimane fermarsi direttamente al palazzetto, dove attualmente lo spazio messo a disposizione non consente lo stazionare di tutti gli studenti. Proprio alla luce di queste difficoltà sarà uno dei nostri obiettivi quello di cercare di rendere accessibile il palazzetto durante l’orario della pausa pranzo. 

 

 Modifica orari di accesso mensa ospedaliera (Civile).

Seppur nello scorso mandato si sia ottenuto l’accesso alla mensa degli Spedali Civili, attualmente gli orari risultano poco flessibili e adeguati alle esigenze correlate al tirocinio degli studenti. Sarà un nostro obiettivo proporre l’introduzione di orari più flessibili!

Flessibilità sulle prove annuali di tirocinio.

Data la mole di crediti (e quindi di impegno) che l’esame di tirocinio richiede, è fondamentale che, innanzitutto, venga garantita chiarezza in merito agli argomenti su cui verterà la prova. Altro obiettivo fondamentale sarà quello di mirare ad aumentare le date disponibili per lo svolgimento della prova, nell’arco di un periodo comunque ristretto, per garantire più flessibilità. Ultimo, ma non meno importante, deve essere garantita in modo uniforme (quindi su tutte le sedi) e univoco la possibilità di visionare le prove. 

 

Garantire il rispetto della calendarizzazione semestrale.

 Seppur prevista dal regolamento d’Ateneo un problema purtroppo diffuso nei corsi dell’area sanitaria è il mancato rispetto della calendarizzazione semestrale, sarà nostro obiettivo far in modo che venga garantita in tutti i corsi!