Traguardi Medicina

#ESAMI E LEZIONI

Nuovo piano didattico: l’inizio dello scorso mandato è stato segnato da un grande traguardo su cui abbiamo lavorato a lungo, ovvero il nuovo piano didattico. Il cuore di questa riforma sta nell’anticipazione di molti corsi ai primi anni, permettendo di alleggerire il carico didattico nel secondo triennio: vi laureerete prima!

Tra le altre importanti novità rientrano:

  • 9 appelli annui: tale idea nasce dalla necessità di redistribuire gli appelli sulla base del carico didattico.
  • riforma sbarramento: dalla corte 19/20 siamo riusciti ad ottenere una modifica alle regole per lo sbarramento tra terzo e quarto anno rendendole meno stringenti, escludendo dal regolamento tre esami specialistici.
  • revisione programmi e del Corso: abbiamo iniziato la revisione di tutti i programmi, in modo da evitare il più possibile le sovrapposizioni di argomenti. Iniziando dal primo e secondo anno, ci siamo interfacciati con i docenti cercando un punto di mediazione, per riformare insieme i programmi dei Corsi e poter sfruttare al meglio le ore di lezione.

 

Riforma calendario:

  • Calendarizzazione semestrale: per il Corso di Medicina abbiamo approvato la calendarizzazione semestrale, in anticipo di un anno rispetto alla modifica del regolamento di Ateneo
  • settimana pre-sessione libera: nel 2018 siamo stati i primi nell’Ateneo ad ottenere una settimana libera tra lezioni e Sessione, per garantire maggior tempo agli studenti per lo studio individuale
  • sessione di luglio più lunga: nel 2017 la sessione estiva durava 4 settimane e finiva alla prima settimana di luglio. Siamo riusciti ad allungarne la durata fino alla fine di luglio, con 6 o 7 settimane a disposizione per distribuire al meglio gli esami
  • 3 appelli estivi garantiti per il nuovo piano didattico: Vista l’aggiunta di alcune settimane durante la sessione estiva, siamo riusciti ad ottenere tre appelli minimi garantiti solo per il nuovo piano didattico. In questo modo il numero minimo di appelli è salito a 9 nel triennio di base.

 

Linee guida prove parziali: nel 2019 siamo riusciti ad ottenere delle linee guida da poter seguire per l’organizzazione delle prove parziali. Non si tratta ancora di un regolamento definitivo, per questo ci impegneremo per far sì che le prove parziali vengano regolamentate ed equiparate ad esami di corsi integrati.

 

Solleciti: durante tutti i nostri mandati ci siamo sempre mossi per garantire il rispetto dei regolamenti. Per esempio, abbiamo sempre sollecitato il caricamento degli appelli, vigilando sulle modalità d’esame e il rispetto dei programmi sul syllabus.

 

#TIROCINIO

Vaccinazioni: dopo numerose richieste a livello locale, regionale e nazionale, siamo riusciti ad ottenere la possibilità di estendere la vaccinazione contro SARS-CoV-2 anche ai tirocinanti dell’Area Medica.
Inoltre, anche durante questo mandato, ci siamo impegnati per richiedere la vaccinazione antinfluenzale agli studenti tirocinanti, contattando la medicina preventiva all’inizio della stagione invernale. Nel 2020 è purtroppo venuto meno questo servizio, per ragioni legate alla mancata fornitura di vaccini da parte di Regione Lombardia.

Tirocini:

  • vademecum tirocini: dal 2018 abbiamo iniziato a fornire un vademecum pensato da studenti per gli studenti, con le informazioni principali di ogni tirocinio. Per rendere più capillari le informazioni, stiamo inoltre cercando di far adottare anche al nostro Corso tale strategia comunicativa, pubblicando una tabella con le informazioni delle Unità Operative.
  • Convenzioni per TPVES in altre sedi ospedaliere: grazie anche al nostro impegno, siamo riusciti ad ottenere la possibilità di svolgere il TPVES in altre sedi della nostra provincia. Ci auguriamo che in futuro diventino una risorsa meglio sfruttata in modo incrementare potenziale formativo del nostro corso. Allo stesso modo abbiamo lavorato per rendere disponibili i tirocini di MMG anche a Bergamo, Mantova e Cremona, con lo scopo di favorire gli studenti fuorisede
  • Favorito un sistema digitale per creare i gruppi di tirocinio.

 

Abbiamo favorito lo svolgimento dei TPVES pre-laurea: Dopo la promulgazione nel 2018 del Decreto Ministeriale che forniva la possibilità di svolgere il tirocinio per l’esame di Stato anche prima della laurea, abbiamo fin da subito insistito per adottare questa tipologia di tirocinio, in controtendenza con quanto stava avvenendo in altri Atenei italiani, dove si preferiva il tirocinio post-laurea. Questo ha determinato numerosi vantaggi in termini organizzativi, permettendo una programmazione efficace di lungo periodo, anche con la rimozione del test a crocette per l’esame di stato durante l’emergenza rendendo di fatto la nostra laurea direttamente abilitante.

 

#EMERGENZA

 

Il nostro contributo nel periodo emergenziale:

  • maggiore comunicazione: dall’inizio dell’emergenza ad oggi ci siamo fatti carico di fungere da canale di comunicazione tra studenti ed università, arrivando dove il nostro corso non riusciva
  • appelli garantiti: seppur con qualche difficoltà e ritardo, siamo riusciti a garantire il recupero di tutti gli appelli persi a seguito dell’inizio dell’emergenza Covid di fine febbraio
  • Ade recuperate: la sospensione delle attività in presenza per tutto il secondo semestre aveva bloccato gran parte delle ADE. Per questo siamo riusciti ad ottenere per tutti gli studenti un CFU d’ufficio per tale periodo. Inoltre, abbiamo richiesto da maggio fino alla fine dell’emergenza, di raddoppiare il rapporto CFU/ore.
  • Tirocini: in estate abbiamo collaborato con le segreterie per organizzare al meglio il recupero dei TPVES persi a causa dell’emergenza, così da evitare ritardi di carriera agli studenti. Da settembre il nostro impegno è stato massimo per cercare di favorire la ripresa in presenza anche delle AFP. Per favorire inoltre lo svolgimento delle AFP a libera scelta, abbiamo ottenuto la possibilità di svolgere questi CFU anche allungando il periodo di frequenza dell’internato di tesi
  • Più sessioni di laurea: abbiamo richiesto, vista la peculiarità dell’ultimo anno, di istituire delle sessioni di lauree straordinarie: settembre, dicembre e fine aprile.
  • impegno per garantire recuperi, lezioni, materiale didattico attraverso le comunità didattiche: Già dai primi giorni di chiusura dell’Università e poi durante tutto il lockdown, ci siamo mossi affinché venissero garantite come prima cosa la sessione d’esame e poi i recuperi delle lezioni.
  • priorità alle matricole: la scelta di una didattica in presenza per le matricole all’inizio di quest’anno ha portato con sé diversi problemi che abbiamo contribuito a risolvere. Abbiamo infatti richiesto di garantire una didattica telematica per coloro che fossero impossibilitati a seguire in presenza, assicurandoci poi che venissero conteggiate tutte le presenze.

 

#DIRITTI

 

Impegni nazionali:

  • Presa di posizione per l’aumento delle borse di specializzazione: abbiamo lavorato in Facoltà e Senato, coordinandoci anche con iniziative nazionali, per chiedere una presa di posizione da parte del nostro Ateneo sulla necessità di aumentare il numero di borse di specializzazione
  • Abolizione definitiva dell’esame di Stato: da sempre come realtà nazionale siamo contrari all’esame di Stato, in quanto crediamo che un percorso universitario fornisca già le dovute garanzie in merito alla possibilità di abilitarsi ad una professione. A causa dell’emergenza Covid, è stato raggiunto questo grande traguardo, rendendo definitivamente la laurea in Medicina abilitante.

 

Abolizione definitiva del blocco: a settembre del 2020 è stato definitivamente rimosso il blocco tra terzo e quarto anno (per le coorti precedenti al 2016) che ancora teneva ferme le carriere di numerosissimi studenti. In seguito ad una proposta pervenuta direttamente dagli studenti del blocco, abbiamo supportato e sostenuto tale richiesta.

 

#VITA UNIVERSITARIA

 

Incontri di orientamento:

Da luglio 2019 abbiamo iniziato, per ogni sessione di laurea, a fornire degli incontri per tutti i neoabilitati, pensati e strutturati da ex studenti. Lo scopo di questi eventi è fornire le informazioni necessarie all’avvio della professione.
In collaborazione con alcune società esterne, abbiamo inoltre promosso in Università degli incontri di orientamento per gli studenti delle scuole superiori.

 

Incontri formativi per sbarramenti e ADE: i primi anni in università spesso sono ricchi di dubbi e incertezze. Per questo, oltre ad offrire tutto il nostro aiuto ai nuovi studenti, abbiamo organizzato incontri informativi per le nuove coorti riguardo alcuni temi importanti come il funzionamento delle ADE, delle propedeuticità e dello sbarramento tra terzo e quarto anno.

 

Le nostre proposte per i seminari: nel 2019 abbiamo organizzato in due giornate l’incontro “la salute comincia a tavola”, focalizzandoci su una tematica di interesse crescente e poco trattata nei corsi dell’area medica come quella dell’alimentazione (offrendo anche un sostanzioso e gustoso snack salutare)

 

Potenziamento rete Wi-Fi